Cura delle mani

Le mani sono la parte del corpo che usiamo di più per questo è necessario averne particolare cura.

Ogni giorno veniamo a contatto con tantissime sostanze, le laviamo spesso e sono sottoposte al caldo e al freddo.

Durante l’inverno le mani vanno protette dal freddo con una crema “barriera” chiamata così proprio perché isola la mano creando una protezione invisibile contro le aggressioni esterne. Ovviamente bisogna ripararle anche con metodi più tradizionali come i guanti, io ne metto addirittura due paia e a volte riesco a perdere sensibilità 😦 …

Lavando spesso le mani con un detergente aggressivo finiremo con l’alterare il normale film idro-lipidico della pelle e ciò porterà la formazione di screpolature e rossori, quindi sarebbe meglio usare saponi neutri.

Per ammorbidirle e, per chi fuma, per levare il colore giallognolo che lascia la nicotina, può essere utile fare uno scrub.

Bisogna usare creme nutrienti che contengono oli (come ad esempio l’olio d’oliva o d’Argan), vitamine anti-età (A e E) e se serve sostanze schiarenti o olio essenziale di limone.

Limando le unghie, al posto di tagliarle con forbici o tagliaunghie, farete in modo di ridurre i traumi alla lamina ungueale che crescerà più sana.

Le cuticole servono ad impedire allo sporco e ai microrganismi di penetrare alla base dell’unghia evitando infezioni, quindi spingetele e tagliatele solo se serve e mai troppo!

Preferibilmente spingetele con un bastoncino d’arancio (perché è più delicato), per esempio dopo la doccia, tentando di dare una forma “rotonda”, saranno sempre in ordine.

Se applicate lo smalto mettete SEMPRE una BUONA base eviterete l’ingiallimento dell’unghia che tende ad assorbire il colore sopratutto degli smalti più scuri. Per le unghie gialle passare sull’unghia un dischetto di cotone imbevuto di succo di limone o acqua ossigenata. Massaggiare sull’unghia olio d’oliva e succo di limone aiuterà a rinforzarle e a schiarirle, mentre per unghie fragili massaggiare olio di ricino che rinforza la cheratina.

Quando parliamo di pelle in generale gli impacchi e le maschere sono strumenti eccezionali per far penetrare sostanze “benefiche” utili per la nostra bellezza, quindi anche per le mani è bene usare impacchi o maschere specifiche. Dopo aver fatto uno scrub o una maschera esfoliante da tenere in posa, solo su cute integra, sciacquate e procedete con la maschera o l’impacco come ad esempio:

Miele e panna per nutrire la pelle di mani secche da tenere in posa 15/20 min e per nutrire e schiarire miele e succo di limone.

Per mani rosse dal freddo metterle a bagno con acqua tiepida e fare degli impacchi imbevendo delle garze con acqua di rose.

Ottimo l’aloe vera che ha azione riepitelizzante, cicatrizzante e super idratante (un altro prodotto davvero multiuso) per mani secche da fare assorbire bene.

Impacchi con oli o burri vegetali vanno sempre bene per nutrire: olio di avocado, olio d’oliva, burro di karitè e olio di jojoba, da tenere anche in posa per tutta la durata della notte coprendo le mani con guanti di cotone.

Dopo aver applicato le maschere o l’impacco detergere bene le mani e applicate una crema nutriente. A questo punto ci vorrebbe proprio un bel massaggio.

mani

Nella foto alcuni prodotti che uso per la mia manicure 🙂 :

  • Crema mani Bio bio baby alla rosa, ci sono diverse profumazioni io ho anche quella alla pesca;
  • Lime di carta con grane diverse (grit) per accorciare e definire l’unghia;
  • Lima quattro facce per lucidare l’unghia,
  • Olio per cuticole Elf con olio di mandorla, vitamine A ed E;
  • Dischetti levasmalto Etos;
  • Bastoncini di legno per spingere le cuticole;
  • Base smalto Bonder di Orly, è una base per unghie con estratti di caucciù, ha una consistenza gommosa che permette allo smalto una maggiore adesione, utile anche per chi ha unghie sottili perchè dà maggiore spessore (il mio preferito!).

Buona manicure 🙂

6 commenti Aggiungi il tuo

  1. Luthien ha detto:

    io non ho mai capito una cosa: ma le pellicine sopra l’unghia, se sono regolari e seguono l’arco dell’unghia, sono davvero così anti-estetiche? il solo pensiero di spingerle verso l’alto mi irrita..

    1. Dipende…se la cuticola ricopre tanto l’unghia la mano risulta poco curata, se non ne hai tante basta solo ammorbidirle con dell’olio senza spingerle cosi sono meno evidenti e levi l’effetto pellicina secca 🙂

  2. Patatina Fritta ha detto:

    Io non ci capisco molto con le lime, generalmente ne uso una sola per accorciare e definire le unghie, (però ad esempio non sapevo dell’esistenza dei grit, a cosa servono e come si usano..) ma dando un’occhiata qua e là ho notato che si parla anche di quelle a 4 o a 6 facce…potresti spiegarmi di più? Grazie 🙂

    1. In genere le lime a 4 o 6 facce servono per arrivare alla lucidatura dell’unghia.
      I grit sono le varie grane delle lime e più il grit è basso (di numero) e più la lima è abrasiva.
      Sull’unghia naturale devi usare solo lime dal 180 in su in quanto le altre sono troppo aggressive e rischi di rovinare la lamina ungueale.
      Per esempio una lima da 100 viene utilizzata per limare il gel 🙂

      1. Patatina Fritta ha detto:

        Ah grazie! Non lo sapevo : )
        Ma come si utilizzano le lime da 4 o 6 facce? Sulla superficie dell’unghia quindi?

      2. Esatto, in genere sono numerate per non sbagliare i passaggi 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...